Diversi ma uniti

Alla casa di Irma c’è sempre aria di festa!

Venerdì 3 febbraio abbiamo voluto festeggiare con i bambini una giornata che riteniamo veramente importante: La giornata dei Calzini Spaiati!

Il primo venerdì del mese di febbraio di ogni anno si vuole celebrare la diversità in tutte le sue forme ed è un’occasione per approfondire con i bambini il tema del “diverso” e perché essere diversi è una ricchezza e non un ostacolo o un problema.

La Giornata dei Calzini Spaiati nasce undici anni fa in una scuola primaria di Terzo di Aquileia, in provincia di Udine, dall’idea della maestra Sabrina Flapp e dei suoi alunni di una classe terza primaria per sensibilizzare i più piccoli sull’autismo e su altre diversità e per promuovere il messaggio “diverso è bello”.

I bambini della Casa dei Bambini della Casa di Irma hanno iniziato due settimane prima a preparare questo importante evento dipingendo tutti insieme lunghe strisce di fogli di carta che sono poi state ritagliate e trasformate in segnalibri con la forma di calzini. I ragazzi della Scuola Media, con impegno e gran divertimento hanno collaborato con i piccoli per realizzare i segnalibri che sono stati donati ai bambini di altri asili sul territorio.

Il giorno della festa in classe hanno ascoltato la storia di “Antonino e il pentolino” letta da Lucio, un ragazzo delle Medie, per poi affrontare il tema delicato dell’autismo con la loro maestra Naikè e l’educatrice Livia.

Al primo ciclo i bambini hanno preparato, durante le lezioni di arte, un autoritratto con la tecnica del collage e con la maestra di linguaggio hanno colorato e ritagliato tre calzini contenenti con aggettivi positivi da donare ai loro compagni.

Le maestre Cinzia e Paola hanno letto loro due storie “Invisibile” e “Un colore bellissimo” per affrontare insieme temi come la diversità razziale e l’importanza di essere visti, inteso come essere nello sguardo di qualcuno, ossia essere riconosciuto, importante ed unico.

Al secondo ciclo le maestre Nadia, Anna e Lorena hanno letto la storia, meravigliosamente illustrata da Violetta, un’alunna delle medie, di Niccolò Tartaglia e poi nell’area di matematica hanno provato, con un discreto successo, a completare il famoso Triangolo del grande matematico Tartaglia!

Nell’area di linguaggio hanno scoperto che cosa vuol dire l’etimologia di una parola e come spesso dietro alcuni modi di dire c’è una storia formidabile.

I bambini di V, sono andati in giro per le vie di Bedano ad appendere, con il previo consenso del Comune, delle calze fatte da loro con un frase di Pablo Picasso per sensibilizzare la gente sul tema della diversità.

Anche quest’anno siamo contenti di aver indossato tutti calzini spaiati e di aver celebrato questa importante giornata perché per noi ogni festa è un modo per far vivere ai bambini della nostra scuola un’esperienza di vita ed è un modo per noi adulti di scoprire quanta ricchezza c’è in ognuno di noi e come, con le nostre difficoltà e con i nostri punti di forza, possiamo unirci e rendere queste giornate veramente UNICHE!!!

“Non giudicare sbagliato ciò che non conosci, cogli l’occasione per comprendere”

Pablo Picasso

Pubblicità

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...